Scaricare Libri Gratis




Fare centro. Proposte per il centro citta di Mestre. Ediz. illustrata libri gratis PDF / EPUB

  • Autore: Martinelli P. M. (cur.)
  • Editore: Marsilio
  • I dati pubblicati: 2009
  • ISBN: 9788831797283
  • Formato del libri: PDF, Epub, DOCx, TXT
  • Numero di pagine: 133 pages
  • Dimensione del file: 25MB
  • Posto:

Sinossi di Fare centro. Proposte per il centro citta di Mestre. Ediz. illustrata Martinelli P. M. (cur.):

"Un gruppo di maestri dell'architettura italiana si confronta, insieme aipropri allievi, su un tema estremamente attuale: dare un centro a un'area diperiferia diventata piu grande della citta da cui e nata. Il distacco diMestre rispetto a Venezia e un caso particolare ma non anomalo rispetto aquelli che sono i fenomeni dello sviluppo metropolitano. I sociologi, igeografi, gli ambientalisti, gli storici dell'architettura che non sono tenutial "fare", inventano ciascheduno una teoria: le citta diffuse, le cittaglobali, le morti dell'architettura, i vuoti, gli spazi virtuali ecc. ma nonsono intenzioni che nascono dal "fare". Sono constatazioni di una patologia,non tecniche terapeutiche. Puo l'architettura con le sue tecniche proporrequalcosa? Anche dimenticando Venezia (per non ritrovarla falsa), ma senzarinunciare all'idea di citta. Vincendo la stessa volonta di astinenza, lastessa coscienza di impotenza a intervenire con intenzione nella realta, comese le citta, come se le metropoli non avessero bisogno di progetti e sifacessero da se. Carattere peculiare dell'arte e il fare e nel fare, mentre sifa, si inventa il modo di fare. Qui si forma allora uno spartiacque tral'invenzione del modo di fare mentre si fa e la descrizione che non fa. Questolibro, sul ponte che porta da Venezia alla terraferma, invita a non alzarebandiera bianca." (Luciano Semerani)
"A group of teachers of Italian architecture is confronted, together with their students, on a very topical theme: give a center to a suburban area become larger of the town where she was born. The detachment from Venice Mestre is a special case but not unusual compared to those which are the urban development phenomena. Sociologists, geographers, ecologists, historians of architecture that are not required to "do", each one a theory invented by: cities spread, global cities, the deaths of architecture, voids, virtual spaces etc but not the intentions that are born from the "list". Are the findings of a pathology, not therapeutic techniques. Can the architecture with its techniques suggest something? Even forgetting Venice (not to find her false), but without giving up the idea of a city. Winning the same desire to abstinence, the same consciousness of impotence to intervene with intention into reality, as if the city, as if the Metropolis project and did not need you to do for itself. Peculiar character of art is the making and doing, while doing, we invent ways to make. Here then a watershed between the invention of the way we do while doing and description that does not. This book, on the bridge linking Venice to the Mainland, not to raise the white flag. " (Luciano Semerani)

Comentarios

Thorello l&m uk

Sono stato in grado di leggere questo libro, infine, e l\'amore, si prega di aggiornare presto

Gioachino

Complimenti, Michael. Vi auguro un grande successo con il suo libro.questo libro è stato grande, ma non vedo l\'ora di finirlo

Alba

Besteht morire Möglichkeit das ich es downloaden kann, um es auf dem Lettore zu lesen?

Franca

amo la linea meravigliosamente insensibile

Savina

vvvveeeerrryyy toccare mi piace